Menu

CES 2019: il meglio di quanto presentato in fiera

Scopriamo alcune delle novità più interessanti tra quelle presentati al CES 2019, non solo relative al mondo dei videogiochi. La fiera di Las Vegas è da decenni il punto di riferimento degli appassionati di tecnologia, che visitandola possono vedere le ultime meraviglie presentate dai più importanti produttori mondiali. Nonostante in anni ormai remoti il CES è stato usato anche dai produttori di console per presentare i loro prodotti, giochi compresi, con il tempo l’industria videoludica se n’è distaccata, preferendo organizzare degli eventi autonomi come l’E3. Nonostante ciò il CES rimane una fiera interessante per la presenza di colossi attivi sul mercato dei videogiochi come Intel, Nvidia e AMD.

Hyundai Elevate

LG Oled R

Al CES 2019 LG ce l’ha fatta a stupire tutti con la sua nuova tecnologia, incarnata nel televisore LG Oled R. Di cosa si tratta? Sicuramente lo avrete visto in ogni dove in questi giorni, visto che il televisore arrotolabile da 65″ del produttore coreano è praticamente sulla bocca di tutti. In realtà il prototipo dell’LG Oled R era già stato mostrato l’anno scorso, ma quest’anno è diventato un prodotto commerciale, il primo del suo genere. Il diametro di curvatura di quindici centimetri consente a questo piccolo gioiello tecnologico di apparire e sparire dentro il suo alloggiamento a mo’ di una serranda. Nonostante ciò, la qualità dello schermo è elevatissima, così come sono ottime le altre caratteristiche tecniche, in linea con gli altri prodotti di LG del 2019. Si parla di un nuovo processore Alpha 9, di HDMI 2.1 e di una piattaforma smart compatibile con WebOS, Alexa, Google Assistant, AirPlay e HomeKit. Purtroppo ancora non se ne conosce il prezzo, che potrebbe essere elevatissimo, ma in fondo il bello è vederlo apparire e sparire, vero?

Lg Oled R

Alienware Area-51m

Quello del 2019 è stato un grande CES per Dell, sia per i suoi prodotti, sia per quelli di Alienware. In particolare il nuovo notebook pensato per il “desktop replacement” Area-51m ha convinto davvero tutti, nonostante il prezzo di 2549 dollari (ne arriveranno anche di meno costosi, fortunatamente). La tecnologia che monta è di tutto rispetto: schermo da 17,3 pollici full HD con refresh da 60/144 Hz, CPU Intel Core di nona generazione, GPU GeForce RTX di Nvidia, fino a 64GB di RAM e massimo 2TB di spazio di archiviazione in RAID 0. La particolarità dell’Area-51m è però un’altra: la possibilità di cambiare alcuni componenti come la CPU, la RAM e la GPU. Insomma, un’alternativa ai desktop anche dal punto di vista della configurabilità, che sicuramente interesserà gli appassionati dei computer da gioco, solitamente i più propensi all’adozione di macchine del genere.

Alienware Area 51M

Vive Pro Eye

Pare strano, ma una delle novità più interessanti del CES 2019 è stato un visore per la realtà virtuale. Pare strano perché si tratta di un settore in grande difficoltà che, nonostante un aumento di interesse da parte del pubblico, fatica enormemente ad affermarsi. Il Vive Pro Eye è il primo visore VR con il tracciamento degli occhi. Apparentemente non sembra una grossa novità, ma legata al rendering foveated, che riduce la messa a fuoco nei punti in cui non si guarda, consente un grande risparmio di potenza di calcolo, nonché l’utilizzo di nuovi effetti legati alla maggiore fedeltà dell’esperienza visiva. È questa la tecnologia che mancava al settore della realtà virtuale per sbocciare? Difficile dirlo, ma si tratta comunque di una novità che gli appassionati di tecnologia osserveranno con grande attenzione, visto che non c’è niente che riesca a eguagliarla. Non per niente le prime prove su strada sono state tutte molto positive.

Htc Vive Pro Eye

MSI GS75 Stealth

La taiwanese MSI è stata tra i primi produttori hardware ad aver annunciato di aver adottato le GPU Nvidia GeForce RTX per la sua nuova linea di notebook. Il GS75 Stealth è il prodotto di punta di MSI, con uno schermo da 17″ IPS Full HD a 144 Hz, processori Intel Core I7 di ottava generazione, e le nuove GPU di Nvidia RTX 2080. Insomma, sono delle caratteristiche pensate essenzialmente per i videogiocatori, nonostante la leggerezza complessiva dello chassis dal curatissimo design. Il GS75 Stealth è un notebook bello, potente e dal prezzo adeguato alla fascia di utenti cui si rivolge. Non è innovativo come l’Alienware Area-51m, ma è un prodotto solido che rappresenta un’ottima alternativa portatile ai PC desktop. Ovviamente è solo una parte dell’offerta di MSI, ma è una parte decisamente interessante.

Gs75

Intel Ice Lake

Intel ha fatto molti annunci al CES 2019. Tra questi c’è stato l’arrivo nei prossimi mesi della piattaforma Ice Lake a 10 nm per i PC notebook. Si tratta delle prima con queste caratteristiche produttive. Ice Lake comprenderà il processore Sunny Cove e la GPU di Gen11, nonché il Wi-Fi ax o Wi-Fi 6 e il Thunderbolt 3. Ci sarà spazio anche per il Deep Learning, con l’Intel DL Boost. Per adesso è difficile valutarne le prestazioni complessive, ma viste le evoluzioni promesse dovrebbe diventare la piattaforma di riferimento degli apparecchi portatili e ultra portatili, un settore che sta catalizzando sempre più l’interesse dell’utenza.

Intel Ice Lake

Dell XPS 13

Come dicevamo parlando dell’Alienware Area-51m, Dell ha presentato alcuni prodotti davvero ottimi al CES 2019. Tra questi spicca l’XPS 13, un notebook ultraportatile di ultima generazione che riesce a migliorare un prodotto già di suo eccellente. Rispetto alle versioni precedenti, il nuovo XPS 13 ha un’opzione per il 4K Dolby Vision HDR, la webcam HD da 2,25 millimetri è tornata nella parte alta della scocca e lo chassis è ancora più fino di quello del modello precedente. Per il resto le prestazioni rimangono ottime. Insomma, è veloce, ben progettato, leggero e dall’aspetto accattivante. Cosa volere di più da un notebook del genere? Forse uno dei migliori schermi sul mercato? Una batteria con un’autonomia fino a ventuno ore? Il sistema di raffreddamento GORE sotto la scocca? C’è tutto, andate tranquilli.

Dell Xps 13

LG HomeBrew

Al CES 2019 c’è stato spazio anche per l’ubriachezza, fortunatamente non molesta. Una LG Electronics in grande spolvero ha infatti presentato l’LG HomeBrew, una macchina pensata per distillare la birra in casa in maniera semplice e veloce. Sostanzialmente potremmo descriverla come la macchina Nespresso della birra, basata com’è su di un sistema di capsule che contengono malto, lievito, olio di luppolo e aromi. A pensare alla fermentazione ci pensa il software integrato, che si occupa di testare temperatura e pressione così da ottenere il miglior prodotto possibile (si parla di 5l in due settimane di produzione). Uno dei maggiori vantaggi dell’LG HomeBrew rispetto ai sistemi tradizionali di produzione della birra è la pulizia, con le capsule che riducono moltissimo lo sporco e la macchina che si auto igienizza. Le prime birre in capsule disponibili saranno l’IPA, la Pale Ale, la Stout, la Witbier e la Pilsner. Presto però ne potrebbero arrivare delle altre. Per ora non ci sono dettagli sui prezzi.

Lg Homebrew

HP X Emperium 65

Che ne direste di giocare con un monitor da 65″ con risoluzione 4K, supporto HDR, retroilluminazione Full LED con 384 zone indipendenti, contrasto 4000:1, refresh rate a 120 Hz, overclockabile a 144 Hz, tempo di risposta di 4 millisecondi e soundbar da 120W integrata? L’HP X Emperium 65 è esattamente questo e molto di più, visto che si presenta come uno dei prodotti più avanzati tra quelli pensati per i videogiocatori. Il supporto per il G-Sync elimina stuttering e tearing, mentre lo Shield di Nvidia integrato garantisce l’accesso a tutti i servizi legati all’apparecchio. L’unica nota dolente di questo gioiellino è il prezzo, decisamente elevato. Si parla infatti di 4.999 dollari per portarselo a casa. Purtroppo non si conoscono disponibilità e prezzo in Europa, ma immaginiamo che attraversando l’oceano non diventerà un prodotto economico.

Hp Omen

Impossible Burger 2.0

Uno dei prodotti più chiacchierati del CES 2019 sembra avere poco a che fare con la tecnologia, ma in realtà ne contiene molta più di tanti altri prodotti presenti in fiera. Vi stupirà sapere che si tratta di cibo, ossia l’Impossibile Burger 2.0. Impossible Foods, azienda statunitense che produce neocarne, è riuscita nell’impresa di creare un hamburger a base vegetale che ricorda in tutto e per tutto un vero hamburger di manzo. Chi lo ha provato ne può confermare la bontà, decisamente non scontata per un prodotto simile. Le novità della versione 2.0 dell’Impossible Burger sono sostanzialmente l’eliminazione del glutine e la presenza di una quantità di ferro e proteine simile a quella di un normale hamburger di carne. Insomma, tutto il gusto di un hamburger, ma senza colesterolo e con sole 240 calorie. Sembra un sogno che diventa realtà.

Impossible Burger 20

Hyundai Elevate

Una delle novità più curiose tra quelle presentate al CES 2019 è stata l’automobile con gambe Hyundai Elevate di Hyundai Motor Company. Elevate è un prototipo di veicolo pensato per la mobilità totale e ha un che di fantascientifico. Non si tratta di un veicolo pensato per scopi commerciali, ma per le situazioni estreme come quelle delle prime 72 ore post disastro naturale, in cui intervenire con velocità ed efficienza è cruciale per salvare più vite possibili. Insomma, l’Elevate è stato progettato per rendere più agevoli le operazioni di soccorso rispetto all’uso di mezzi tradizionali, unendo le tecnologie delle automobili con quelle dei robot. Il prototipo presentato a Las Vegas è dotato di una tecnologia modulare che consente di cambiare carrozzeria a seconda della necessità. Le gambe dispongono di cinque gradi di libertà che consentono di affrontare diversi tipi di terreno. In situazioni normali sono ripiegabili, in modo da consumare meno energia. Davvero impressionante.

Fonte: http://multiplayer.it/articoli/ces-2019-meglio-quanto-presentato.html

No comments

Lascia un commento

Video of the day

BATTLEFIELD 1 Gameplay Trailer